home > architetture

Architetture

DELUGAN MEISSL. Filmmuseum Amsterdam



Il nuovo Museo del Film, opera annunciata senza pari nel mondo per struttura e dimensioni, sorgerà ad Amsterdam e sarà inaugurato entro il 2009.

[26jun2006]
Il progetto, vincitore di un concorso internazionale bandito nel 2005, è stato realizzato dallo studio di progettazione austriaco Delugan Meissl, co-fondato nel 1993 dall'italiano Roman Delugan e dall'austriaca Elke Meissl.


Vista nord.

Il museo è situato di fronte alla città vecchia e alla stazione centrale, lungo l'argine del fiume IJ, al centro di un quartiere residenziale di prossima realizzazione. Questa collocazione costituisce un valore aggiunto di grande suggestione per l'edificio concepito come una scultura dalle molte sfaccettature che si riflette nell'acqua dal lato verso il fiume e si erge leggero dal lato opposto.

 
Vista sud.

Il concept del progetto è direttamente riconducibile al programma richiesto dal concorso. L'edificio è un'entità dinamica dalla geometria cristallina, la cui percezione da lontano cambia a seconda del punto di osservazione per il perpetuo gioco di luci. Avvicinarsi al Museo del Film dal centro di Amsterdam, "è come vivere una drammaturgia di differenti sequenze spazio-visive. Dal punto di vista architettonico il Museo del Film si rifà ai parametri del movimento e della luce tematicamente rilevanti per il film". Il nuovo museo si può definire come sintesi architettonica del rapporto tra arte del costruire e arte cinematografica, più volte accomunate per le notevoli similitudini di processo metodologico.


Arena.


Arena.

L'edificio, dalla superficie complessiva di oltre 8000 mq, ospita: 3 teatri di capienza differente, spazi espositivi per oltre 1000 mq, uffici, aree di lettura, ristoranti e bar. Fungerà inoltre da nuovo polo di attrazione culturale dell'area, grazie ai notevoli archivi dell'istituzione.


Uscita dalle sale.

Il lato verso il fiume IJ presenta due piazze sull'acqua ricavate da due tagli operati sul prospetto dell'edificio: il primo segna l'ingresso al museo, il secondo, radente la superficie dell'acqua, è una vasta piattaforma panoramica sul fiume. Entrambi i tagli consentono al museo di instaurare un dialogo intenso con la superficie acquatica che quasi smaterializza e alleggerisce la massa dell'edificio staccandolo dal suolo, effetto percepibile particolarmente in notturna. La luce e la dinamicità dotano l'edificio di un'identità unica "accrescendo la percezione e l'esperienza che si ha dello stesso sito in cui si trova."

L'arena, uno spazio di 400 mq, è il punto focale spaziale e funzionale del museo ed è concepito come punto di incontro tra lo spazio esterno e le funzioni interne quali bar, cafè, ristorante, zona relax.

Laura Masiero
lauramasiero@madarchitettura.com



Spazi espositivi.

DELUGAN MEISSL. Filmmuseum Amsterdam


Vista sud.

Concorso, primo premio.

cliente:
Filmmuseum Amsterdam

realizzazione:
ING Real Estate

data prevista per il completamento:
2009

dati:
superficie: 5.700 mq
sale: 1x80, 2x120, 1x300 sedute
superficie espositiva: 1.100 mq
uffici: 1.200 mq
information center: 500 mq
ristorante/bar/caffè: 400 mq
> DELUGAN MEISSL

architetture

Per candidare progetti
alla pubblicazione nella sezione
architetture vi invitiamo a contattare
la redazione di ARCH'IT


laboratorio
informa
scaffale
servizi
in rete


archit.gif (990 byte)

iscriviti gratuitamente al bollettino ARCH'IT news







Copyright DADA architetti associati
Contents provided by iMage